Azioni sul documento
logo museo napolibeniculturali

Sezioni

l museo e’ organizzato negli ambienti della chiesa catedrale di Santa Maria ed e’ stato construito nel 1797 nei lineamenti di una vecchia chiesa dello stesso nome

Il complesso museale e’ composto dalla sala centrale della chiesa , l’ambiente dell’altare ed una serie di ambienti d’aiuto, di un piano dalla parte nord e di due piani dalla parte occidentale Un portice aperto con un sistema di mensole e colonne nella parte del sud. Delle scale che portano nella porta e nella parte del nord di un ambiente chiuso , fa parte della entrata principale per gli ambienti dell esposizione. Il carattere tipico dell archittetura e degli interior e’ molto adatto per l’esposizione delle icone ed ha lo scopo di conservare il piu’ possibile i loro valori e la loro natura originale. La sala principale della chiesa (naos) e’ composta da tre navate allungate ognouna con delle parti circolari e con dell colonne cilindriche con capitelli decorativi in relievo e ‘ pilasteri quadrati .Sopra le colonne ed i pilastri nela direzione nord-sud passano dei archi dove il piu alto e’ quello della navata principale.La copertura e le colonne con altezze diverse si alternano con spazi molto stretti da quelli della larghezza della navata centrale per creare il posto delle due cupole. Da fuori le cupole si coprono con un tetto .

salla1

In questa sala davanti alla porta entrante si trova esposta una delle icone piu’ belle dl fondo , opera dell maestro Onufri.L’icona presenta il tipo iconografico di Santa Maria come direttrice e partecipante nell tipo delle icone. La figura presenta un busto di Cristo bambino nella parte destra . Lo sfonda dell icona si copre con un metallo fatto a pezzini , decorato con motivi geometrici e floreali.Loro sono stati realizzati con la tecnica della battitura in pezzi e volumi diversi . Due angeli pitturati nella forma circolare nei due lati sopra il ritratto con le mani coperte da un pelerino ed anche il decore.. La figura di Santa Maria si decora con filigrammi , usato molto piu’spesso nei vestiti di Cristo.
Negli ambienti di questa sala si trovano anche delle vitrine con oggetti della messa con un copercchio di vangeli decorati. Inoltre nella serie di oggetti di metallo e ‘ esposta anche una icona con un metallo sbattutto , il quale e’ opera dell maestro di Berat con il nome di Agathangjel Mbrica.L’icona presenta scene della vita del profeta Ilias ed e’ conosciuto per le sue forme piene tipo arkaikemsi ed anche per una decorazione con uncarattere floreale che decora i lati dell icona .

salla2

Anche in questo ambiente dove si puo’ salire con le scale in legno sone esposte una serie di icone .Fra loro quelle dell pittore Nikolla prese dalla cassa si San Mitri in castello ele quali sono di una misura e dimensione legati allo stile iconografico dell autore . Esse sono tipiche specialmente per i colori forti , con tonalita’ calme e con dei evidenziamenti nella parte dei ritratti e delle mani . L’icona che presenta San Kollin in busto ed anche un altro dove si presenta la sua figura circondata con piccole scene dall sua vita sono tutte opere di Onufër Qipriot, autore di molte altre icone ed affreschi della chiesa di San Kolli che si trova vicino alla chiesa di Vllahernes nell castello. Nella seconda sala si trova n framento dell iconostat pitturato e dedicato a San Koll con due scene divise tramite una mensola di legno, con approfondamenti spirali per definire le due scene della morte di Santa Maria nella destra e quella di San Koll nella sinistra. Il ritratto in miniatura e l’archittetura nello sfondo delle scene sono tipiche per il disegno elegante ed i contrasti dei colori dove piu’ presente e il rosso , caratteristicha del maestro Onufri .Un icona nelle piccole dimensioni come anche le gradi icone esposte nell primo piaosono dedicate a Onufri . Questa icona con il tema “Joan il Battezzatore”, fa parte in dello stile e valori dell maestro.Anche se con delle ripitturazioni che si notano essa rappresenta i valori dell iconografia dell 16secolo in Albania . La seconda sala a parte le icone nella sua chiusura ha anche un icona con il tema ë “Eptaritmi”, la quale presenta uno speciale interesse per lo sviluppo tematico per quanto rigurda la fortificazione con elementi dell posto. Nel paesaggio che accompagna si presenta il castello della citta’ di Berat , il fiume Osum , il ponte e le chiese caratteristiche nella natura pittoresca della citta’.

kisha

L’ambiente dell altare e’ composto da bemme con absiden metacilindriche dov’e’ pitturato una banda con profeti in piedi , corniciati ognuno con una specifica figura .Un iconostas scolpito in legno , in un relievo profondo e ‘ stato prodotto dall artigianale Stefani, nel 1806 . L’Amvone , l’altare ed anche altri oggetti in argendo completano l’interiere della chiesa . La costruzione si primeggia per la sua altezza ed fa parte di una variante importante dell archittetura del culto nella fasa di passaggio dal 18 secolo all 19 secolo. .

« giugno 2017 »
do lu ma me gi ve sa
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930
 

Comunità Europea Interreg Italia-Albania Regione Puglia Ministria e turizmit, kultures, rinise dhe sporteve Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia Tecnopolis Novus Ortus

Questo sito è conforme ai seguenti standard:

Sezione 508 WCAG
XHTML valido CSS valido
Consultabile con qualsiasi browser